Blog Blog

Paolo Corda al Premio delle Arti di Fisarmonica del Conservatorio di Pescara.

0 Commenti
813
21 set 2017

In occasione del Premio delle Arti di Fisarmonica presso il Conservatorio di Musica "Luisa D'Annunzio" di Pescara dei giorni venerdì 22 e sabato 23 settembre ho intervistato uno dei concorrenti, Paolo Corda, allievo del Maestro Ivano Biscardi del Conservatorio di Musica "Arcangelo Corelli" di Messina. Qui di seguito l'intervista.

1. Paolo ci racconti come e quando è nata la storia d'amore con questo fantastico strumento chiamato Fisarmonica?

L' Amore con questo strumento è nato tutto per gioco quando mio padre un giorno mi disse di provarci, ma più passavano i giorni e più non riuscivo a farne a meno.

2. Ci racconti in breve la tua storia musicale?

Ho intrapreso gli studi all'età di 14 anni con il Maestro Ivano Biscardi, seguendolo in ogni sua iniziativa. Ho studiato un anno in una Accademia e poi successivamente sono entrato al Corelli di Messina. Ovviamente anni di Musica cosparsi da tante esperienze Musicali.

3. Cosa significa per te suonare la Fisarmonica?

Beh chiudere gli occhi e viaggiare, sognare in mezzo a tutti quei colori che questo strumento è capace di regalare.

4. Dall'ingresso nei Conservatori Musicali nel 1992 ad oggi la Fisarmonica ne ha fatta di strada, il suo insegnamento si è allargato anche nelle Scuole Medie ad indirizzo musicale e nei Licei musicali, i concertisti hanno invaso sempre più Teatri e Sale da concerto. Cosa pensi si possa fare o si possa fare di più per rendere ancora più grande il movimento fisarmonicistico?

Beh credo che si debba coinvolgere sempre di più un pubblico più Giovane e far conoscere questo strumento fin da giovane età e, soprattutto operare dove lo strumento è considerato solamente per fare tradizioni popolari.

5. Cosa immagini o speri per il futuro della Musica in Italia e nel Mondo?

Spero come sempre che l'Italia sia sempre considerata la migliore nel campo Musicale. 6. Qual è il tuo sogno musicale? Beh sicuramente diventare un Concertista o almeno poter insegnare in un istituto come il Conservatorio.

7. Secondo te cosa devono aspettarsi le persone che verranno a comporre il pubblico musicale in questo atteso evento di venerdì 22 e sabato 23 settembre chiamato "Premio delle arti di Fisarmonica" del Conservatorio di musica "L. D'Annunzio" di Pescara?

Beh sicuramente tanti Talenti da ascoltare con meraviglia e stupore. Ma sicuramente l'unica prerogativa sarà quella di ascoltare tanta Buona Musica.

8. Grazie della tua disponibilità Paolo, ti lasciamo al tuo studio quotidiano. In bocca al lupo e mi raccomando facci sognare!

Grazie a lei!!

Al Premio Paolo ci farà ascoltare:

PROVA PRELIMINARE

“Toccata n° 1” di Ole Schimdt

“Preludio e Fuga in Fa minore”, BWV 857 di Johann Sebastian Bach

“Scherzo-Tokkata” di Pyotr Londonow

PROVA FINALE

“Haiti” di Franck Angelis

“Sonata in Si minore”, K 87 di Domenico Scarlatti

Buon ascolto!!!

0.0
Ultima Modifica: -/-
Articoli Correlati: Salvatore Vitale al Premio delle Arti di Fisarmonica del Conservatorio di Pescara. Carlo Sampaolesi al Premio delle Arti di Fisarmonica del Conservatorio di Pescara. Matteo Petronio al Premio delle Arti di Fisarmonica del Conservatorio di Pescara. Mirko Iannucci al Premio delle Arti di Fisarmonica del Conservatorio di Pescara. Davide Di Filippo al Premio delle Arti di Fisarmonica del Conservatorio di Pescara. Arianna Di Pasquale al Premio delle Arti di Fisarmonica del Conservatorio di Pescara. Nicola Di Biase al Premio delle Arti di Fisarmonica del Conservatorio di Pescara. Eugenio De Rose al Premio delle Arti di Fisarmonica del Conservatorio di Pescara. Fausto Credidio al Premio delle Arti di Fisarmonica del Conservatorio di Pescara. Mario Romeo al Premio delle Arti di Fisarmonica del Conservatorio di Pescara.
fisarmonica Conservatorio Premio delle Arti

Nessun Commento...

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Effettua il login oppure Registrati.